Come effettuare la voltura del gas?

Devi svolgere la procedura di voltura del gas?

Chiamata gratuita - Lunedì a venerdì - dalle 8:30 alle 19:00

Un consulente esperto è pronto ad assisterti nella procedura

Manuale di istruzioni

Sommario La voltura gas consiste nel cambio del titolo di intestatario di una fornitura, senza comportare alcuna interruzione dell’erogazione di energia. In 4 giorni l’operazione può essere completata.

Che cos’è la voltura gas 

Iniziamo col dire che cos’è la voltura gas.

Voltura gas

Si tratta della variazione della titolarità di una fornitura da un cliente ad un altro con il medesimo venditore con il quale è possibile negoziare anche nuove condizioni contrattuali, senza interruzione dell’erogazione di energia elettrica e di gas.

La richiesta di voltura deve essere presentata al venditore erogatore del servizio, secondo le modalità previste dallo stesso venditore. I tempi che richiede l’operazione di voltura sono di 4 giorni lavorativi dalla richiesta del cliente.

In generale, i documenti strettamente necessari di cui avrai bisogno sono:

  • codice POD del gas
  • documento d’identità dell’intestatario
  • lettura gas

Cosa prevede la legge in merito alla voltura?

In base alla legge, chi vuole effettuare una voltura deve dimostrare, utilizzando in caso un’ autocertificazione, di avere un “titolo che possa attestarne la proprietà, certificando il possesso effettivo di quella proprietà“.

  1. Nel caso in cui la richiesta di voltura venga accettata, entro 2 giorni lavorativi dalla data di ricezione della richiesta con tutti i dati e le informazioni necessarie, il venditore deve comunicare al richiedente l’accettazione della voltura (rispettando i termini di preavviso per il diritto di ripensamento e di recesso inclusi per legge) ed effettuare qualsiasi tipo di comunicazione perché l’attivazione contrattuale sia stata registrata, ivi inclusa la data a partire dalla quale si richiede che abbia effetto la voltura.
  2. Nel caso in cui tutto proceda per il meglio, servono almeno 2 giorni lavorativi dalla comunicazione del venditore per la registrazione della voltura.

Quindi il tempo tecnico consiste come minimo in 4 giorni lavorativi a partire dalla richiesta del cliente. Per l’esercente è possibile richiedere il pagamento dei costi amministrativi e per la prestazione commerciale, rifacendosi a quanto stabilito nei singoli contratti, in base ai listini prezzi dei diversi distributori, pubblicati sui propri siti internet.

A chi rivolgersi?

Il cliente che desidera richiedere la voltura e che non è al corrente delle informazioni relative al fornitore del cliente a cui subentra, può rivolgersi allo Sportello per il Consumatore di Energia inviando:

  • il modulo di richiesta del nominativo del fornitore di energia elettrica per eseguire la voltura (disponibile sul portale dello Sportello);
  • la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, indicando i riferimenti al possesso dei titoli riguardanti l’unità immobiliare per la quale si richiede la fornitura.

Il modulo di richiesta, la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà e la fotocopia di un documento d’identità devono essere inviati esclusivamente ai seguenti recapiti:

POSTAFAX
Sportello per il consumatore di energia
c/o Acquirente Unico Spa
Richiesta informazioni
Via Guidubaldo del Monte, 45
00197 Roma
Numero Verde gratuito 800.185.024.

Last modified the Marzo 24, 2020

Lo Sportello si impegna a fornire le informazioni entro 10 giorni lavorativi dopo aver ricevuto la richiesta completa e correttamente inviata.

Cosa deve fare il cliente precedente? Niente, il venditore si dovrò premurare si inviare una lettera relativa alla cessazione. Inoltre, la rilevazione della lettura di voltura avviene a cura del distributore che, se non riesce ad accedere al contatore, farà una stima, utilizzando i dati storici che ha a disposizione.

Se vuoi effettuare una voltura gas, contatta gratuitamente questo numero

02 94 75 67 37

Manuale di istruzioni

.

Il venditore può rifiutare la voltura?

Si, il venditore può rifiutare la voltura

Il venditore può rifiutare la voltura quando il cliente, in base alla legge, non riesce in nessun modo a certificare di avere “titolo che garantisca la proprietà o il regolare possesso dell’unità immobiliare”(contratto di locazione, di acquisto, ecc) oppure può rifiutare anche per motivi diversi.

La comunicazione relativa al rifiuto deve sempre pervenire al cliente che ha richiesto la voltura. Il venditore può annullare il contratto di fornitura già in essere al momento della presentazione della richiesta di voltura.

In questo caso, possono esserci due scenari:

  • Il cliente richiedente è in possesso dei requisiti per essere inserito nel servizio di ultima istanza: sulla fornitura viene attivato il servizio di ultima istanza se il nuovo cliente non stipula un contratto con un altro venditore

  • Il cliente richiedente è in possesso dei requisiti per accedere al servizio di ultima istanza: il punto viene disattivato. Quando non si riesce a disattivare la fornitura, si procede all’eventuale attivazione del Servizio di default di distribuzione

Servizio di ultima istanza e di default

Se un cliente decide di ottenere la titolarità di un contratto inserito nel servizio di ultima istanza, il Fornitore di Ultima Istanza non può rifiutare la richiesta di voltura, a meno che il richiedente non soddisfi i requisiti per beneficiare del servizio oppure la nuova fornitura ecceda i limiti entro i quali il FUI si è impegnato a garantire la fornitura.

Se la fornitura per cui si richiede la voltura viene erogata nell’ambito del servizio di default, il nuovo cliente non può richiedere la voltura all’esercente né attivare un contratto nuovo, fintanto che il relativo punto non sia fisicamente disalimentato.

In seguito, il cliente potrà richiedere l’attivazione alla società di vendita con la quale ha stipulato il contratto di fornitura, che è tenuta a trasmettere la richiesta al distributore entro 2 giorni lavorativi.

Come si effettua la voltura gas nei principali distributori?

Facciamo alcuni esempi

Acea

Ottime indicazioni in tal senso vengono ad esempio dal sito di Acea, che ben spiega i passaggi da effettuare per una Voltura Acea gas Roma.

Se si desidera assegnare un contratto attualmente a proprio nome di un’altra persona, effettuando una voltura bolletta gas, è necessario fornire:

  • il tuo codice fiscale
  • il codice POD o l’ID Eneltel n. del contatore (per una fornitura di energia elettrica) o il codice PDR (per una fornitura di gas naturale). Lo vedrai sul tag attaccato al contatore
  • la lettura del contatore.

Inoltre, dovrai compilare e restituire il modulo che dichiara la proprietà o il legittimo possesso della proprietà per la quale è richiesta la fornitura di elettricità o gas (certificato di residenza).

Iren

Se invece sei utente Iren, per effettuare una voltura, puoi:

  • contattare il numero verde 800 969696
  • recarti presso uno degli sportelli disponibili sul territorio
  • collegarti al sito clickiren.gruppoiren.it (oppure scaricare l’app per il tuo smartphone o tablet) e seguire le istruzioni on line).

Notizie interessanti anche per ciò che riguarda il fronte voltura gas prezzi. Puoi infatti scoprire l’offerta più adeguata alle tue esigenze e sottoscriverla direttamente online:

  • offerta luce: Iren 10×3 Luce, l’offerta che blocca il prezzo della componente energia per 2 anni e per te 30€ di bonus.
  • offerta gas: Iren 10×3 Gas, l’offerta che blocca il prezzo della componente energia per 2 anni e per te 30€ di bonus.

A2a

Voltura gas distributori

Altre notizie interessanti per la tua voltura fornitura gas se sei utente a2a. In questo caso, ecco i dati che dovrai comunicare:

  • Nome e cognome o ragione sociale dell’intestatario del contratto luce e gas
  • Codice fiscale e/o partita IVA dell’intestatario del contratto
  • Indirizzo di residenza o sede legale della società
  • Recapito al quale inviare le bollette
  • Recapito telefonico
  • E-mail
  • Indirizzo di fornitura
  • Codice POD/PDR o matricola del contatore da attivare
  • La titolarità in base al quale si occupa l’immobile per il quale si richiede la fornitura (Proprietà, Locazione, Usufrutto, ecc.)
  • Dati catastali dell’immobile
  • Apparecchi a gas utilizzati (cucina, scaldabagno, caldaia…)
  • Potenza richiesta per il contatore di energia elettrica (KW 3 – 4,5 – 6 – 10…)

Eni

Se invece sei utente Eni, ecco di cosa hai bisogno per la tua voltura Eni gas online:

  • Codice POD per la luce o PDR per il gas. Li trovi indicati in bolletta.
  • Documento di identità relativo al nuovo intestatario
  • Lettura e uso del gas: una lettura aggiornata del contatore e l’uso del gas tra cottura, acqua calda o riscaldamento

I dati utilizzati per la voltura saranno quelli inseriti in fase di registrazione: assicurati quindi di effettuarla utilizzando nome, cognome e codice fiscale del nuovo intestatario della fornitura.

Puoi anche effettuare la voltura via telefono. Inoltre, puoi cambiare l’intestatario della fornitura di gas e/o luce anche chiamando il numero verde 800.900.700: il personale potrà assisterti nella compilazione della documentazione.

Un operatore esperto può assisterti nella procedura di voltura del gas, chiama gratuitamente questo numero

Manuale di istruzioni

Redactor

Written by gaiav

Aggiornato su 14 Lug, 2020

Commenti

star star star star star

Per saperne di più sul nostro processo di controllo e pubblicazione delle valutazioni