Come disdire il contratto luce e quanto costa

Vuoi disattivare il tuo contratto della luce?

Chiamata gratuita - Lunedì a venerdi - dalle 8:30 alle 19:00

Contattaci

Manuale di istruzioni

Sommario Se si desidera cambiare il fornitore luce è possibile disdire il contratto con il precedente gestore. È un’operazione semplice, che richiede la documentazione corretta per l’inoltro della pratica, circa 1 mese di tempo per i clienti domestici e un costo moderato.

Cosa serve per disdire il contratto luce?

Che documenti procurarsi per cessare il contratto in essere con il proprio fornitore luce? La disdetta contratto luce Enel energia, proprio come quella ENI o IREN o di tutti gli altri fornitori richiede una serie di dati. Bisognerà infatti avere:

  • codice fiscale e carta d’identità dell’intestatario del contratto;
  • il codice POD;
  • l’autolettura del contatore;
  • il codice cliente;
  • l’indirizzo di recapito della fattura
  • l’indicazione del giorno esatto in cui si dovrà disattivare la fornitura.

Disdetta Contratto Luce: Tempi e Costi

Per quanto riguarda il costo, esso ammonta a:

  • 23 euro per i clienti nel Mercato a Maggior Tutela;
  • un prezzo variabile in base ai diversi fornitori, come stabiliti da contratto, per i clienti nel Mercato Libero.

Quanto tempo richiede? La cessazione avviene in:

  • 1 mese per i clienti domestici;
  • dai 3 ai 6 mesi per piccole e medie imprese.

Allaccio luce: tutto quello che devi sapere

Grazie alla recente e molto attesa liberalizzazione del mercato energetico milioni di utenti hanno acquisito la possibilità di scegliere in completa autonomia il proprio fornitore energetico. Molti si chiedono come fare a disdire il contratto luce dopo averlo sottoscritto con un determinato fornitore e devono sapere che si tratta di una operazione possibile e alla portata di tutti. Ecco i vari step:

  1. Il cliente richiede la disdetta al proprio fornitore;
  2. Il fornitore dovrà poi inoltrare la richiesta al distributore entro 2 giorni lavorativi;
  3. Il distributore sarà il responsabile della chiusura del contatore entro 5 giorni lavorativi dalla data di ricevimento della richiesta inoltrata da parte del cliente.

Da tenere sempre bene a mente:

  • Se si intende semplicemente cambiare contratto non occorrerà disdire il contratto luce in essere, basterà confrontare i principali fornitori di energia e scegliere il migliore per le proprie esigenze.
  • E’ importante essere sempre ben informati già al momento di stipulare un contratto per una fornitura energetica così da sapere i costi e non andare incontro a spese impreviste.
  • L’interruzione della fornitura può avvenire direttamente online, diversamente da quanto accade per la fornitura del gas. Poter disdire facilmente il proprio contratto luce precedentemente sottoscritto è importante in quanto concede all’utente la possibilità di muoversi liberamente all’interno del mercato dell’energia per poter scegliere solo le offerte realmente interessanti per lui anche dal punto di vista del budget.
  • Tutti i principali fornitori permettono di disdire in qualsiasi momento rendendola quindi una operazione gestibile in modo semplice e chiaro.

Ecco perché non bisogna aver paura, al giorno d’oggi è del tutto normale trovarsi nella situazione di disdire il contratto luce e tutto quel che c’è da sapere a riguardo è letteralmente a portata di click. Ecco quindi alcune informazioni utili su come richiedere la disdetta contratto fornitura energia elettrica.

Come inviare la disdetta contratto luce?

A questo punto molti si chiederanno come fare in concreto a inviare la richiesta per capire come disdire contratti luce e gas.

Di seguito alcuni punti importanti:

  • Ad esempio chi volesse richiedere la cessazione della fornitura senza però passare a un altro gestore dovrà inviare la richiesta di recesso al proprio vendite, specificando però che si tratta appunto di una cessazione definitiva.
  • Il modulo per la disdetta contratto luce è disponibile online in tutti i siti dei principali fornitori energetici.
  • Disdire il contratto luce è facile e lo si potrà fare in modo agevole via telefono o posta elettronica.
  • Bisogna accertarsi di aver ricevuto una conferma di ricezione della comunicazione inviata così da mettersi al riparo da ogni eventuale problema.
  • Il limite massimo per il preavviso per il recesso per un contratto luce di un utente domestico comunque non potrà mai superare un mese.

Insomma, non stiamo parlando di nulla di impossibile! Si tratta di una banale operazione realizzabile in pochi minuti con la garanzia della massima trasparenza.

A questo punto si avrà a disposizione tutto quello che serve per disdire il contratto luce del servizio elettrico nazionale o del libero mercato. Può anche essere utile ricordare che in caso di fornitura di energia elettrica l’utente ha diritto ad alcuni rimborsi nel caso di ritardi:

  1.  qualora la disattivazione della fornitura avvenisse oltre il tempo previsto per responsabilità del distributore, il cliente dovrà ricevere un indennizzo di 35 euro per disattivazioni realizzate entro il doppio del tempo previsto;
  2. un indennizzo di 70 euro entro il triplo del tempo previsto;
  3. un indennizzo di 105 euro se si va addirittura oltre il triplo del tempo previsto.

La disdetta contratto ENI, ad esempio, si può richiedere in qualsiasi momento e le informazioni specifiche sono disponibili online. Ovviamente anche disdire un contratto luce Iren o Acea è altrettanto semplice e intuitivo.

Vuoi disdire il tuo contratto della luce? Chiama subito al

02 94 75 67 37

Manuale di istruzioni

Quanto costa la disdetta contratto luce

Ma quali sono esattamente i costi previsti per la disattivazione della fornitura elettrica?

I costi non sono fissi e possono variare in modo considerevole a seconda della tipologia del contratto di fornitura.

disdire contratto Chiaramente quindi i costi saranno molto diversi a seconda che si abbia un contratto luce di Maggior Tutela o con il Mercato Libero. La Maggior Tutela comunque andrà a cessare nel 2022, questo significa che gli utenti avranno ancora poco tempo prima di trovarsi un fornitore.

  • La disattivazione della fornitura luce per Maggior Tutela (https://www.servizioelettriconazionale.it/it-IT) ha un costo fisso di 23 euro;
  • La disattivazione della fornitura nel Mercato libero ha un costo che dipenderà dalle condizioni contrattuali.

Il consiglio quindi è quello di guardare anche al costo della disdetta al momento di scegliere tra diversi fornitori luce. Chiaramente i costi della disdetta, per quanto riguarda il mercato libero, sono spesso uno dei criteri che influiscono sulla scelta finale da parte dell’utente. Meglio pensarci prima così da non avere rimorsi!

Come disdire un contratto luce ENEL

Capire come disdire un contratto luce ENEL è molto facile. Dopo aver sottoscritto un contratto con ENEL, sia online che per telefono, l’utente avrà la possibilità di richiedere la disdetta entro 14 giorni dalla sua conclusione, il tutto senza pagare penali e senza alcun obbligo di motivazione. Si tratta quindi di una gran bella opportunità che viene concessa all’utente finale che sarà del tutto libero di scegliersi un nuovo fornitore in qualsiasi momento senza per questo pagare penali di alcun tipo o dover dare spiegazioni. Il modulo utile per la disdetta luce e gas Enel energia è disponibile nell’area clienti del sito web e basterà scaricarlo gratuitamente sul proprio pc o smartphone, compilarlo e inoltrarlo all’indirizzo di posta elettronica indicato.

Se invece si intende recedere dal contratto luce e quindi chiedere l’interruzione definitiva della fornitura, bisognerà eseguire la procedura dedicata online o contattare il numero verde avendo:

  • codice cliente;
  • indirizzo;
  • codice fiscale;
  • lettura del contatore;
  • data di disattivazione del servizio desiderata.
Il consiglio è sempre quello di verificare di avere tutti i documenti al momento della disdetta così da non sprecare tempo inutilmente. Per tutte le informazioni utili comunque si può fare riferimento al sito ufficiale di ENEL dove si potrà trovare tutto quello che serve senza inutili sprechi di tempo.

Come fare la disdetta contratto luce ENI

Tutti i fornitori sono tenuti a spiegare con chiarezza le modalità di disdetta e si potrà fare disdetta ovviamente in qualsiasi momento. E’ molto facile ad esempio parlare di come fare la disdetta contratto luce ENI in quanto si potrà richiedere la cancellazione del contratto di fornitura di energia elettrica semplicemente rivolgendosi al servizio clienti.

  • Chi ha sottoscritto un contratto con ENI può cambiare idea quando vuole e avrà ben 14 giorni di tempo per cancellarlo esercitando così il diritto di ripensamento.
  • Per rendere effettiva la disdetta con ENI bisognerà avere il codice cliente ENI, il codice POD per la luce, la lettura del contatore e l’indirizzo a cui dovrà essere inviata l’ultima fattura di conguaglio.
  • Il cliente poi per procedere dovrà inviare una raccomandata A/R via posta con tanto di comunicazione scritta e documento d’identità valido. Ovviamente chi vorrà potrà anche inviare la raccomandata dal sito web compilando l’apposito modulo.

Insomma, i motivi che possono portare a dover disdire un contratto luce sono svariati, può capitare infatti di dover traslocare o di doversi trasferire in un’altra città. Per fortuna oggi si tratta di una operazione gestibile in modo agile e snello da chiunque, anche da parte degli utenti meno tecnologici. Con pochi passaggi si potrà veder realizzata la chiusura dei contatori nel giro di pochi giorni, e questo va ovviamente a vantaggio dell’utente.

 

Disdetta contratto luce: le tempistiche

Ricordiamo comunque che le tempistiche per la cessazione dei contratti luce sono:

  • per i clienti domestici di un mese;
  • per le piccole e medie imprese vanno dai tre ai sei mesi.

Qualora la disattivazione non avvenisse entro i 5 giorni previsti come detto pocanzi l’utente avrà diritto a un rimborso ben definito. Di soluto comunque ci vogliono solo un paio di giorni per inoltrare la richiesta al distributore locale e poi altri cinque per l’effettiva interruzione del servizio. Se un tempo la disdetta non era una operazione così scontata, oggi è talmente semplice da poter essere completata in pochi minuti nella massima sicurezza.

Se vuoi disdire il tuo contratto della luce, chiama oggi stesso gratuitamente al seguente numero

Manuale di istruzioni

Redactor

Written by gaiav

Aggiornato su 2 Giu, 2020

Commenti

star star star star star

Per saperne di più sul nostro processo di controllo e pubblicazione delle valutazioni