Bonus Energia ed Emergenza: le propoghe

In data 18 Marzo 2020 è stata pubblicata sul sito dell’ARERA la Deliberazione 76/2020/R/COM, contenente i nuovi termini relativi alla gestione dei bonus nazionali, in seguito alle misure di contenimento per l’emergenza del Covid-19.

Al fine dunque di contenere il virus, nella Delibera è menzionata la sospensione della presentazione di tutte le domande relative al rinnovo dei bonus presso i Comuni italiani, con scadenza 2020.  Tutti gli aventi diritti potranno dunque godere di una proroga di 60 giorni, quindi nel dettaglio:

  • per i beneficiari del bonus in scadenza al 30 Aprile 2020, che prevedeva l’inoltro della richiesta entro il 31 Marzo 2020, potranno richiedere il rinnovo entro e non oltre il 31 maggio
  • per i beneficiari del bonus in scadenza al 31 Maggio 2020, con la richiesta da consegnare entro il 30 Aprile 2020, avranno tempo per richiedere il rinnovo fino al 30 Giugno.
È opportuno ricordare che, durante il suddetto periodo di sospensione, la continuità del bonus verrà garantito, e sarà possibile riscontrarlo in bolletta.

Quali sono le nuove fasce ISEE per il 2020?

Potranno inoltrare la richiesta per il Bonus Energia coloro che appartengono a una delle seguenti fasce:

  • tutti coloro appartenenti ad un nucleo familiare con indicatore ISEE inferiore a euro 8.265;
  • tutti coloro appartenenti ad un nucleo familiare con almeno 4 figli a carico e indicatore ISEE inferiore a euro 20.000;
  • tutti coloro titolari di Pensione di Cittadinanza oppure Reddito di Cittadinanza.

Come compilare la domanda?

Per poter compilare una futura domanda per il Bonus Energia, è necessario avere con se alcune informazioni. Quest’ultime si possono facilmente trovare sulla bolletta, e più nel dettaglio sono:

  • per la fornitura di Luce il Codice POD, composto da lettere e numeri che identifica il luogo fisico in cui l’energia viene consegnata dal venditore e prelevata dall’utente;
  • per la fornitura di Gas il codice PDR, composto solo da numeri, reperibile in bolletta o contattando il proprio distributore;
  • i dati anagrafici del richiedente, l’indirizzo e l’intestazione ISEE.

 

Per consultare la Delibera completa, puoi trovarla sul sito Arera, l’Autorità di Regolazione Energia Reti e Ambiente.

Redactor

Written by gaiav

Aggiornato su 6 Mag, 2020